Piazza del Duomo presenta veri e propri capolavori dell’arte e dell’architettura della storia italiana…il cuore della città con la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, il Campanile di Giotto e il Battistero.
CATTEDRALE DI SANTA MARIA DEL FIORELa Cattedrale di Santa Maria del Fiore, progettata da Arnolfo di Cambio e la cui prima pietra della facciata venne posta l’8 settembre 1296, è considerata la terza chiesa del mondo dopo San Pietro a Roma e San Paolo a Londra, ma non solo…la più grande in Europa al momento della sua ultimazione nel ‘400. 

Le sue decorazioni architettoniche sono ricche di stili differenti e testimonianza del variare del gusto nel lungo periodo che va dalla sua fondazione al suo completamento. Infatti il progetto di Arnolfo di Cambio era diverso dalla struttura attuale che la chiesa presenta. Sui fianchi dell’edificio a nord e a sud si nota che le prime quattro finestre sono più basse, più strette e più ravvicinate rispetto a quella presenti verso est. Arnolfo di Cambio riuscì a finire le due campate e metà della nuova facciata, che presentava inizialmente sculture ora presenti presso il Museo Storico dell’Opera. L’esterno della cattedrale si nota ancora oggi la perizia dei lavori svolta in merito ai rivestimenti in marmo e in merito alla decorazione degli ingressi laterali:

  • La Porta dei Canonici;
  • La Porta della Mandorla.

Per non parlare delle due meravigliose porte: quella del Campanile con rilievi della scuola di Andrea Pisano e la porta della Balla.
La Cattedrale è chiusa nella parte absidale da tre grandi tribune con bifore gotiche. Mentre quattro esedre, chiamate anche tribune morte, decorano la base del tamburo. 

L’ingresso alla cattedrale è gratuito e si entra dalla porta destra della facciata. La Cattedrale è perfettamente accessibile anche per i disabili, attraverso la Porta dei Canonici. Ovviamente si richiede un abbigliamento adeguato ad un luogo di culto.
CUPOLA DI BRUNELLESCHILa Cupola di Brunelleschi caratterizza la cattedrale ed è conosciuta per la sua particolare costituzione: due calotte di forma ogivale tra loro collegate, create da Filippo Brunelleschi tra il 1418 ed il 1434. L’immensa Cupola è resistita sino ad oggi alle temperie, ai fulmini, ai terremoti ed al passare del tempo. La vera innovazione portata da Brunelleschi fu quella di progettarla senza armature, grazie all’uso di una doppia volta con intercapedine. La volta interna venne realizzata con conci a spina di pesce ed aveva la funzione strutturale perché autoportante. La volta esterna fa ancor’oggi da copertura. Sopra alla Cupola svetta la lanterna con copertura a cono e la palla di rame dorato con la croce. La Cupola internamente venne decorata tra il 1572 ed il 1579 da Giorgio Vasari e Federico Zuccari, con il Giudizio Universale.
CAMPANILE DI GIOTTOAccanto alla Cattedrale di Santa Maria del Fiore svetta il Campanile di Giotto, alto 84.70 metri e largo circa 15. 

Il Campanile è rivestito interamente di marmi bianchi, rossi e verdi come quelli della Cattedrale e del Battistero e fu iniziato nel 1334 da Giotto.Le formelle esagonali e le losanghe che lo decorano, rappresentano il concetto dell’ordinamento universale e della storia della Redenzione. La realizzazione del Campanile avvenne nel 1359 e proprio in quel periodo grazie a Francesco Talenti, la luce venne portata al suo interno, attraverso la creazione di bifore accoppiate ed alle grandi trifore timpanate. La grande terrazza che fa da tetto panoramico, è l’ultimo tassello realizzato sempre da Talenti.
BATTISTERO DI SAN GIOVANNIAltro componente, non meno importante, di Piazza del Duomo è il Battistero di San Giovanni

Il Battistero è una delle più antiche chiese di Firenze ed è posto di fronte alla Cattedrale. La sua pianta è ottagonale ed è completamente rivestito da lastre di marmo bianco e verde di Prato.Tutta la struttura è sormontata da una cupola ad otto spicchi.La prima opera che cattura l’attenzione all’interno del Battistero è il prezioso mosaico della cupola, dominato dalla figura maestosa del Cristo giudice con scene del giudizio universale. Tutto il Battistero è impreziosito da tre porte:

  • La Porta Sud, che mostra gli episodi della vita del Battista e le Virtù cristiane;
  • La Porta Nord, che presenta le scene del Nuovo Testamento, gli Evangelisti e i Padri della Chiesa;
  • La Porta del Paradiso del Ghiberti.

Insomma Piazza del Duomo è un vero concentrato di arte e storia.

44 commenti
  1. Ylenia
    Ylenia dice:

    Adoro Firenze, è ricca di storia. La piazza è un vero gioiello, se come me si ama la storia dell’arte non si può non fermarsi davanti ogni singolo particolare😊🌟 stupenda!

    Rispondi
  2. Giorgia
    Giorgia dice:

    Questa piazza è uno dei luoghi più belli del mondo, punto.
    Ci torno almeno una volta l’anno, e ogni volta riesco a notare qualcosa che non avevo visto.
    Una volta visitati tutti gli interni, che vanno visti, penso che dia il meglio di sè in notturna, quando la folladei turisti si è già dispersa e l’atmosfera che rimane è qualcosa di magico!

    Rispondi
  3. deborah lumachi
    deborah lumachi dice:

    Ormai Firenze è come una seconda casa, ma tutte le volte che vado a visitarla, è come se fosse la prima volta, in piazza del duomo c’è sempre tantissimo via vai di gente multietnica, mi piace tantissimo, è una struttura molto imponente e conosciuta in tutto il mondo.

    Rispondi
  4. Erika Cammarata
    Erika Cammarata dice:

    Firenze è la città delle meraviglie. Non si può non rimanere a bocca aperta guardando il Duomo. Io, personalmente, ogni volta che passeggio per il centro di Firenze, mi sento come Cosimo De Medici quando guardava estasiato il cupolone fatto dal Brunelleschi.

    Rispondi
  5. sara
    sara dice:

    Firenze è sempre bellissima!
    Ci sono stata a Febbraio dell’anno scorso e ogni volta che passavo dalla piazza del Duomo rimanevo incantata!
    Mi è dispiaciuto solo che abbiamo preso un fine settimana di pioggia, ma Firenze stupisce sempre.

    Rispondi
  6. Rita
    Rita dice:

    Che splendore!
    Firenze è una citta fantastica..ricca storia e cultura!
    Non ci sono mai stata, ammetto ma prima o poi la visiterò. Intanto complimenti per l’articolo e foto!

    Rispondi
  7. Anna Di
    Anna Di dice:

    Ormai lo sanno anche i muri che adoro la Toscana, tutta tutta. Sono stata tante volte a Firenze, per lavoro e piacere, e devo essere sincera non mi ero mai soffermata sui particolari e la storia di piazza del duomo. Grazie a te ho scoperto molto su questa piazza e mi paice ancora di più. grazie a te

    Rispondi
  8. Greta
    Greta dice:

    pensa che io ho visitato in lungo e in largo tutta la Toscana…… Firenze l’ho lasciata per ultima…… questa primavera ci dedidecheremo a questa meravigliosa città

    Rispondi
  9. MARTINA BRESSAN
    MARTINA BRESSAN dice:

    Il Duomo di Firenze è di una bellezza unica, un tesoro italiano, e la piazza del Duomo è stupenda. Un’atmosfera unica c’è quando si passeggia lì. A me Firenze piace moltissimo come città, non ci vado da un paio d’anni, ma spero di tornarci al più preso!

    Rispondi
  10. Raffi
    Raffi dice:

    Non solo, ma Piazza del Duomo è anche la piazza che accoglie un sacco di aneddoti legati a scrittori, personaggi del mondo dello spettacolo, letterati. E uno dei musei più belli di Firenze: il Museo del Duomo. Hai visto il video su Youtube emptymuseum dedicato a questo museo? straordinario.

    Rispondi
  11. Eve
    Eve dice:

    Ho un ricordo splendido del centro storico di Firenze, anche se manco da 10 anni! il campanile di Giotto è fra le cose che più ho amato!

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *