Ebbene sì, dopo diversi anni che desideravo entrare all’interno dell’Acquario di Genova, ho avuto modo di visitarlo solo nell’estate del 2017.

Essendo stata affascinata da questo luogo magico, ho deciso di presentarvelo.

L’Acquario di Genova

L’Acquario di Genova è un’acquario conosciuto per la più ricca esposizione di biodiversità acquatica in tutta Europa.

La sua struttura prevede oltre 70 ambienti e circa 12.000 esemplari di diverse specie, provenienti dai mari di tutto il mondo. 

Le sale

Pianeta Blu

Il viaggio al suo interno parte della sala “Pianeta Blu“, sala caratterizzata da un video mapping con una sequenza di immagini degli animali marini di tutto il mondo.

L’obiettivo di tale video mapping è quello di mostrare l’importanza dell’acqua!

Grotta delle murene

Dopo la sala “Pianeta Blu” il visitatore si trova immerso nella “Grotta delle murene“.

Le murene nuotano all’interno di una vasca cilindrica ed assieme a loro è possibile vedere alcuni scorfani.

Nella stessa sala si possono osservare in altre piccole vasche il cavalluccio marino ed il polpo.

La laguna delle sirene

“La laguna delle sirene” è la sala dove nuotano allegri i lamantini, mammiferi acquatici erbivori. 

La sala prende il nome dalle figure mitologie, molto probabilmente perché i lamantini hanno una modalità specifica di allattamento, simile a quella delle sirene e a quella umana. 

La baia degli squali

La “baia degli squali” è solo un’anticipazione della grande vasca dedicata ai predatori.

I vari ambienti presentano diverse specie di squalo e vari pesci.

La Sala degli Abissi

La sala è uno spazio che permette al visitatore di scoprire alcune specie animali attraverso la realtà virtuale. 

Il visitatore potrà “immergersi” negli abissi per 3 minuti circa.

Fish Making

Altra sala dedicata all’aspetto virtuale è quella del gioco “Fish Making“, che permette ai più creativi di creare un pesce secondo la propria fantasia. 

Il pesce creato verrà introdotto in una vasca virtuale e grazie a questo sarà possibile scoprire se l’ambiente scelto sia coerente con le caratteristiche morfologiche del pesce.

Il pesce può essere creato anche tramite l’app dell’Acquario di Genova.

L’isola delle foche

Io purtroppo quando sono stata in visita dall’Acquario di Genova non ho potuto visitate la vasca dedicata alle foche, perché era in manutenzione.

La vasca però ospita un gruppo di foche comuni e sono visibili grazie ad una passerella presente nel secondo piano della struttura. 

Il regno dei ghiacci

Personalmente è la sala che mi ha sorpreso di più, perché sono stata sbalordita dalla velocità con la quale si spostano i piccoli animaletti ospitati.

Il pinguino di Papua e quello di Magellano accompagnano il visitatore alla scoperta del continente antartico e delle aree subantartiche. 

Padiglione Cetacei

Il padiglione che mi ha affascinato di più però è stato quello dedicato ai delfini.

Ben 4 vasche a cielo aperto ospitano i delfini, a mio parere i più bei animali del mondo.

Le vasche permettono di immergersi ed incontrarsi con questo animale attraverso due livelli: una prospettiva subacquea ed una dalla superficie. 

Il Padiglione Biodiversità

Una grande Nave Blu costituisce questo padiglione dove sono presenti più zone:

  • Blue Safari è una vasca tattile, dove il visitatore può toccare esemplari di razza;
  • Spazio dedicato agli storioni ed ai pesci antichi;
  • Spazio dedicato agli ambienti tropicali con varie specie di pesci;
  • Area educativa, che permette di ricostruire una porzione della scogliera corallina.

La foresta tropicale

Nella sala dedicata alla foresta tropicale vengono presentati pesci, rane, testuggini, gechi, serpenti tipici della foresta tropicale africana. 

Le rotte dei tropici

Altro padiglione importante dedicato alla biodiversità è quello che permette l’esposizione degli animali del mondo scoperto da Colombo ed omaggiato da Darwin: le Americhe. 

Il giardino tropicale “Un battito d’ali”

Un giardino che permette di scoprire l’ambiente della foresta centroamericana: piante tropicali, uccelli, anfibi, rettili e farfalle.

La danza delle meduse

La sala, costituita da 9 vasche, permette di scoprire le particolarità delle meduse e le meraviglie del mondo in cui vivono.

Il mondo dei coralli

Le scogliere coralline, ecosistema da proteggere, sono visibili presso l’Acquario di Genova attraverso tre piccole vasche illuminate da speciali lampade, che permettono al visitatore di rimanere ammaliati dalla fluorescenza dei coralli. 

Le altre due vasche ospitano specie tropicali ed il piccolo pesce pagliaccio, conosciuto come “Nemo” dai più piccoli. 

L’Acquario di Genova ha un grande obiettivo, quello di sensibilizzare le persone alla conservazione e all’uso corretto degli ambienti acquatici.

Voi cosa ne pensate?

27 commenti
  1. Erika Cammarata
    Erika Cammarata dice:

    è da anni che vorrei andare all’acquario e, per un motivo o per un altro, la cosa saltava. Prima o poi ci dovrò andare, soprattutto per gli squali, i pinguini e le meduse che amo davvero moltissimo. Grazie per questa guida sui pesci che troverò in un futuro molto vicino all’acquario.

    Rispondi
  2. anna di
    anna di dice:

    Ci sono stata anche io tanti anni fa e mi è piaciuto moltissimo, è strutturato molto bene e ha tanti pesci interessanti. Adoro quelli colorati tropicali, naturalmente! Se si va a Genova è una tappa obbligata, per me, sia per piccoli che per grandi.

    Rispondi
  3. Greta
    Greta dice:

    io sono di Genova e l’o visitato per l’ennesima volta prima di Natale, di sera. Sinceramente l’ho visto fermo nel senso che mi è sembrato un pochino trascurato e i vetri sporchi….. Pensavo che neglia nni avessero fatto delle migliorie…. a quanto pare no. Mi dispiace doverlo dire visto che parlo di una delle attrazioni più importanti della mia città.

    Rispondi
  4. Sara
    Sara dice:

    Non ci sono mai stata ma vorrei andarci fin da quando ero piccola. Spero un giorno di rimediare perché amo gli acquari, amo i pesci ecc e so che mi sto perdendo tantissimo!

    Rispondi
  5. Sara
    Sara dice:

    Sono stata a Gardaland, al Sea Life, ho avuto quindi un assaggio di tutto questo.
    Ma questo di cui parli dev’essere davvero speciale, mi emoziono a guardarlo!

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *